Onefootball
Mario De Zanet

🎥Il meglio e il peggio della 23a giornata di Serie A


Un lungo weekend di Serie A si è chiuso ieri con la prima rete di Paquetà al Milan. Diversi i temi toccati in questi giorni: cominciamo da un ragazzo che si è riscoperto goleador.

IL GIOCATORE DEL WEEKEND

Chissà che Mihajlovic sia l’allenatore ideale per una rinascita. Mattia Destro torna finalmente a segnare e punisce il Genoa: erano passati 351 giorni dall’ultima rete segnata, sempre contro i rossoblu.

Potenziale talento in chiave Nazionale, Mattia Destro si è perso negli anni, mai esprimendosi all’altezza delle aspettative. Ieri ha vissuto la gioia del gol, di nuovo. Bentornato.

IL FLOP DELLA SETTIMANA

 

La Sampdoria perde 3 punti fondamentali con il Frosinone. Questa sconfitta fa il paio con la debacle di Napoli, ma inevitabilmente è più pesante. La Samp ci aveva abituato a saper essere velenosa nell’area avversaria, ma ieri è stato esattamente l’opposto: una squadra incapace di penetrare la difesa avversaria.

IL GOL PIÙ BELLO

Premiamo l’azione costruita dalla Roma, capace di mettere letteralmente in porta Kolarov. Da apprezzare, il tocco determinante di Dzeko per liberare al tiro il compagno.

LA GIOCATA DEL WEEKEND

Quanto geniale è l’assist di Pjanic a Ronaldo in occasione della rete di Khedira?

LA FOTO DEL WEEKEND

Questa doppia foto sta spopolando su Internet. Paquetà-Piatek come Kakà-Sheva?

LA POLEMICA

Torino-Udinese è stata La Gara delle polemiche. Diverse le decisioni discusse, tanto che i minuti di recupero nella ripresa sono diventati 11.

Tre sono state le decisioni discusse: il rigore non dato al Torino per mani di Larsen, il penalty assegnato all’Udinese e il fuorigioco di Lasagna sul gol di Okaka. Ognuno ha espresso la propria opinione, portando acqua al proprio mulino, ma complessivamente Guida e il suo staff hanno effettuato un ottimo lavoro. Corrette le decisioni sulle ultime due decisioni, mentre è molto complesso il fischio sul mani di Larsen, come, cambiando palcoscenico, il rigore non fischiato al Sassuolo: in questi casi, la verità ha diversi volti ed è impossibile arrivare ad una conclusione univoca.

L’ALLENATORE DEL WEEKEND

Il Milan gioca una delle migliori prestazioni dell’anno: Gattuso merita applausi per come ha riassestato una squadra potenzialmente privata della fonte principale di chance. Nelle ultime uscite, il Milan è cresciuto e mai come ieri ha disputato una prestazione convincente