📝Coppa Italia, Bernardeschi e Kean piegano il Bologna: Juve ai quarti

Onefootball Mario De Zanet

La Juventus è la terza qualificata ai quarti di finale di Coppa Italia


Kean incanta, il Bologna subisce: al Dall’Ara vince la Juventus, qualificandosi ai quarti di Coppa Italia. Il giovane 2000 è uno dei protagonisti della sfida, insieme ad un incandescente Douglas Costa:  eccellente anche l’esordio stagionale di Spinazzola.  Lo 0-2 elimina un Bologna poco coraggioso, in controtendenza con le ultime due uscite di campionato: Pulgar non illumina, Sansone e Soriano ancora non incidono.

CRONACA

La Juventus non attende: le novità Spinazzola e Kean non rallentano l’ingranaggio bianconero. I bianconeri comandano le operazioni, ma a sbloccare la sfida è un errore del Bologna: Calabresi e Da Costa in uscita si scontrano, la palla rimane lì e Bernardeschi la trasforma nella rete dello 0-1. Non sono trascorsi nemmeno 10 minuti e la Juventus già vince.

I “nuovi” in bianconero funzionano, il nuovo in rossoblu ancora sembra spaesato: Spinazzola e Kean regalano risposte incoraggianti, Sansone non si accende e non sa dialogare con Destro.

La sfida, inoltre, è inevitabilmente marchiata dall’iniziale vantaggio bianconero: i bianconeri agiscono in totale controllo, raccogliendo il massimo con il minimo sforzo. Il 70% di possesso palla racconta molto del primo tempo del Dall’Ara, in cui il Bologna non osa, nonostante sia in svantaggio.


Il coraggio il Bologna lo mette nelle prime battute della ripresa, dimostrando uno spirito diverso con le iniziative di Sansone. Eppure, prima che i rossoblu possano crederci, Kean realizza la prima rete stagionale.

Il tiro di Douglas sbatte sulla difesa felsinea, rimane lì ed il giovane bianconero arriva prima di tutti: Da Costa non può fare nulla ed al 49′ è 0-2.

Spalle al muro, la squadra di Inzaghi cerca di alzarsi maggiormente, ma raramente costruisce qualcosa di interessante: Pulgar, insufficiente nel primo tempo, prova ad aumentare l’imprevedibilità dei padroni di casa, ma l’unico brivido bianconero è un dubbio fallo di mano in area di rigore, che giustamente non viene ravvisato.

L’ottimo Kean lascia spazio a Ronaldo, Orsolini subentra a Mattiello: cambia poco nello spartito della sfida, perché il Bologna non spaventa Szcnesny. Ai bianconeri è sufficiente gestire, come spesso accaduto in questa stagione: ora attende la propria avversaria, ovvero la vincente di Cagliari-Atalanta, in programma lunedì alle 17,30.

IL MIGLIORE

Douglas Costa(Juventus): corsa, dribbling ed efficacia. La solita prestazione da flash

IL PEGGIORE

Da Costa-Calabresi(Bologna): il loro errore complica eccessivamente i piani di Inzaghi.

LE FORMAZIONI

Bologna(3-5-2): Da Costa; Calabresi, Danilo, Helander; Mattiello(70′ Orsolini), Svanberg(62′ Donsah), Pulgar, Soriano, Dijks; Destro(77′ Palacio), Sansone.

Juventus(4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Spinazzola(80′ Alex Sandro); Emre Can, Pjanic, Khedira; Bernardeschi, Kean(62′ Ronaldo), Douglas Costa(77′ Dybala).