Onefootball
Mario De Zanet

📝I 10 giocatori da osservare in Coppa Italia


Non solo nuovi arrivi, ma anche giocatori in cerca di riscatto.

Il primo sguardo sul mercato di gennaio arriva dalla Coppa Italia: oggi, domani e lunedì si giocano gli ottavi di finale e si potranno osservare i giocatori che si sono mossi in questi primi giorni di trasferimenti.


La curiosità pertanto è sui nuovi arrivi, ma anche su chi avrà un’occasione in Coppa Italia: chi in campionato non gioca o ha poco spazio. Ecco 10 giocatori da osservare con attenzione in questi 3 giorni.

LEONARDO SPINAZZOLA

Una sfida indecifrabile: chissà cosa starà passando ora nella testa di Leonardo Spinazzola. Oggi giocherà la prima partita con la maglia della Juventus, tornando in campo a giocare una sfida ufficiale dopo quasi un anno. Eppure, presto, dovrebbe lasciare Torino proprio per sposare la causa della sua avversaria odierna, il Bologna.

ROBERTO SORIANO

A Bologna, sono già arrivati Soriano e Sansone: come annunciato da Inzaghi, il primo sarà titolare, il secondo forse. Al Dall’Ara, i rossoblu sognano il colpo che cambierebbe il volto della stagione. L’ex Torino è chiamato a riscattarsi in questa seconda fase dell’anno, proprio come il Bologna: stasera avremo un primo assaggio di come le sue caratteristiche possano inserirsi nel sistema di Inzaghi.

MOISE KEAN

Se il destino di Spinazzola sembra segnato, diverso è il discorso relativo a Kean: il classe 2000 dovrebbe avere una vera chance stasera e la sua prestazione potrebbe avere un discreto impatto sul suo futuro. La Juventus lo vorrebbe tenere, ma il giocatore gioca poco, troppo poco: a Bologna potrebbe convincere Allegri a schierarlo di più, anche se la concorrenza rende inevitabilmente difficile un minutaggio più ampio.

LUCAS PAQUETÀ

Forse il brasiliano è il calciatore più atteso: Gattuso ha speso parole di elogio dopo i primi giorni di allenamenti di Paquetà. Il classe 97′ ha destato enorme curiosità: il suo paese d’origine richiama diversi ricordi nei tifosi rossoneri. Gattuso potrebbe addirittura schierarlo titolare: il popolo rossonero vuole verificare se l’ex Flamengo potrà davvero essere il nuovo Kakà.

LUIS MURIEL

Le impressioni sono ottime: a Malta, nel ritiro della Fiorentina, il colombiano ha già mostrato le sue doti balistiche.  Il suo talento tuttavia non è mai stato in discussione: sono la sua costanza e la sua affidabilità ad avere sinora rallentato una carriera potenzialmente devastante. Firenze potrebbe essere il contesto ideale per l’ex Siviglia: domani dovrebbe giocare i primi minuti con la Fiorentina.

RONALDO

No, non Cristiano. Ci riferiamo a Ronaldo Pompeu da Silva, centrocampista del Novara, che tornerà all’Olimpico da ex. Oggi il brasiliano affronta la Lazio, dove rimase soltanto per 2 giorni nel 2016:  Lotito lo girò alla Salernitana in prestito prima di venderlo al Novara. Ronaldo sperava di tornare a Formello per avere la sua occasione, ma così non è stato.

ANDREA CONTI

L’altro acquisto del 2019 per il Milan potrebbe essere Andrea Conti: a Genova, il terzino potrebbe tornare a giocare titolare in prima squadra dopo quasi un anno e mezzo. Le sue caratteristiche servono al Milan ed il suo ritorno al 100% sarà un’arma non indifferente per Gattuso: oggi potremo capire il reale stato di forma del terzino.

MATTEO MANCOSU

L’Entella sogna il colpaccio all’Olimpico, dove affronterà la Roma lunedì sera. I liguri si appoggeranno all’unico giocatore forte di una certa esperienza di Serie A: Matteo Mancosu è tornato in Italia dopo l’esperienza ai Montreal Impact ed esordirà proprio dopodomani. Eliminare la Roma, magari segnando, sarebbe proprio un debutto da sogno.

NICOLÒ BARELLA

Da un sardo all’altro: Nicolò Barella affronterà l’Atalanta lunedì e l’attenzione nei suoi confronti sarà elevata, perché potrebbe giocare la sua ultima sfida con i colori rossoblu. Il Cagliari è sempre più vicino a Nandez, segno di come i sardi siano rassegnati a perdere il proprio prodigio, cresciuto ed esploso in Sardegna.

IVAN STRINIC

Difficilmente sarà schierato da Gattuso, ma Ivan Strinic merita di essere citato: il croato vice campione del Mondo viene convocato per la prima volta da quando veste la maglia del Milan. L’ipertrofia al muscolo cardiaco è alle spalle ed ora Strinic può tornare a vivere la gioia di giocare a calcio.