Onefootball
Mario De Zanet

📝Tris bianconero con il Sassuolo: la Juve vince e allunga sul Napoli


Pur traballando talvolta, la Juventus sbanca Reggio Emilia sconfiggendo 0-2 un Sassuolo gagliardo. Non sono mancate le chance per i padroni di casa, ma Khedira e Ronaldo hanno ipotecato il risultato; non sono mancate nemmeno le polemiche per un intervento al limite di Szczesny in area di rigore. Nel finale, gloria anche per Emre Can, autore dello 0-3 finale: i bianconeri allungano a +11 sul Napoli.


CRONACA

Al Mapei Stadium si profila una sorpresa. Appena 2 minuti e mezzo dopo il calcio d’inizio, Rugani si lascia facilmente derubare del pallone e Djuricic s’invola verso Szczesny, che interviene in uscita bassa: l’arbitro osserva tutto  al VAR, premiando l’intervento prodigioso del polacco, capace di spostare il pallone. Rimane comunque un fischio inevitabilmente dubbio, perché l’uscita di Szczesny è disperata.

Sprecata la chance clamorosa, il Sassuolo non si siede e, nei primi 20 minuti, la Juve appare in una certa difficoltà. Il passare dei minuti tuttavia permette alla Juventus di alzarsi e i bianconeri fanno centro alla prima reale occasione: la pressione favorisce il recupero palla di Ronaldo, che gioca di prestigio con Pjanic e si libera al tiro. Consigli respinge, ma Khedira poi non perdona.

La solita Juventus cinica frustra anche il Sassuolo, partito con piglio apprezzabile: la Vecchia Signora non forza nel resto del primo tempo, ma sfiora il raddoppio al 47′, quando il colpo di testa di Khedira si spegne d’un soffio a lato del palo.


Le emozioni proseguono subito dopo l’intervallo: Ronaldo infila Consigli, ma parte in fuorigioco e la rete viene correttamente annullata. Improvvisamente, però, il Sassuolo sfiora il pareggio: uno spiovente telefonato di Locatelli chiama Szczesny ad un’uscita folle sulla trequarti: il polacco interviene di piede e svirgola, lasciando la porta sguarnita per il tiro di Berardi, scivolato però lentamente a fianco del palo.

Scossa da questo imprevisto, la Vecchia Signora torna a pedalare, assestando costantemente dalle parti di Consigli. Il Sassuolo difficilmente esce da questa morsa ed i bianconeri arrivano al tanto aspirato raddoppio. Il calcio d’angolo di Pjanic incontra il terzo tempo di CR7, la cui incornata anticipa tutti e vale lo 0-2.

È la rete della staffa e scaccia anche le polemiche interne allo spogliatoio bianconero: Ronaldo esulta con la Dybala Mask e la Juventus vola nuovamente a +11 sul Napoli.

IL MIGLIORE

Pjanic(Juventus): una prestazione brillante per il bosniaco, regista impeccabile.

IL PEGGIORE

Djuricic(Sassuolo): aver fallito quella prima chance pesa molto.

LE FORMAZIONI

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Magnani, Peluso, Rogerio; Bourabia (79′ Magnanelli), Sensi, Locatelli; Berardi, Babacar (58′ Boga), Djuricic (56′ Matri).

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Rugani, Caceres, Alex Sandro; Khedira (66′ Bentancur), Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (83′ Dybala), Mandzukic, Ronaldo