Onefootball
Giacomo Galardini

Allegri: “CR7=Champions? Il calcio non è scienza”. E su Benatia…


Nella consueta conferenza stampa per partita, Massimiliano Allegri non si è soffermato solamente sulla partita contro la Fiorentina, dove la Juventus potrebbe vincere lo scudetto, ma sulle scorie lasciate dalla sconfitta di Champions League contro l’Ajax.

SCUDETTO E CR7

Allegri ha sottolineato che l’uscita dalla Champions non deve essere un dramma. “Dobbiamo smaltire la delusione dell’eliminazione in Champions, gli alibi li usano quelli che non vincono” ha tuonato secco Allegri.

Il tecnico ha poi sottolineato l’importanza della vittoria scudetto: “Bisogna accettare il verdetto del campo e analizzare quando avremo vinto lo scudetto, che ancora è da vincere, l’annata futura con lucidità. Non bisogna farsi prendere né dall’entusiasmo né dalla depressione“.

Poi una pillola che rimarrà nella storia della dialettica allegriana.

La vita e il calcio vanno avanti, bisogna viverle con distacco certe cose altrimenti si fanno danni.  Ho sempre detto che con l’arrivo di Cristiano Ronaldo non c’era la matematica vittoria della Champions. Il calcio non è una scienza esatta.

CASO BENATIA

La chiosa sul caso Benatia. Il difensore marocchino, che a gennaio chiese la cessione per trasferirsi all’Al-Duhail, avrebbe deciso con molto anticipo cosa fare.

Dal 1° dicembre fino al 31 gennaio Benatia non è più voluto scendere in campo

Un Allegri non proprio contento con Benatia, che si è sentito messo in disparte e decise di andarsene per il troppo poco utilizzo.