Onefootball
Giacomo Galardini

Fantacalcio, top & flop della 32ª giornata


Lo sappiamo, la Juventus ha rimandato la festa scudetto e Atalanta e Empoli devono ancora affrontarsi nel monday night di domani, ma siamo già in grado di sapere se abbiamo perso o vinto al Fantacalcio.


LE SORPRESE

Kalidou Koulibaly (Napoli): Sembra che vista l’apatia dell’attacco partenopeo tocchi a lui pungere la davanti: doppietta e un bel +6 che ci vuole come il pane.

Moise Kean (Juventus): Sono già 7 gol in 6 partite per un attaccante che forse avrete preso a 1 visto che davanti aveva Cristiano Ronaldo. Eppure il finale di stagione è tutto suo.

Edin Džeko (Roma): Džeko non segnava in casa dal 1923, anno di costruzione dello stadio Olimpico – probabilmente. Ben 8 gol in 24 partite, il flop più caro della storia, forse.

Andrea Consigli (Sassuolo): È una specialità della casa ormai: Consigli si è comprato al fantacalcio e ogni volta che c’è un rigore si impegna di più, è l’unica spiegazione.

Fabio Quagliarella (Sampdoria): Gol e assist per Don Fabio: solamente Lionel Messi e Kylian Mbappè hanno fatto meglio di lui in stagione.


LE DELUSIONI

Paulo Dybala (Juventus): “Stavolta è la volta buona! Stavolta lo metto e distrugge la difesa della SPAL”. E invece niente. Ma proprio niente, eh.

Fabio Ceravolo (Parma): Un bel rigore è quello che ci vuole per ristabilire le gerarchie nell’attacco del Parma e convincere D’Aversa a farti dare più spazio. Peccato che poi lo ha sbagliato.

Simone Zaza (Torino): Croce e delizia dei fantallenatori, quando decide di rovinare una delle poche giornate in cui segna con una bella espulsione a caso.

Nicolò Barella (Cagliari): Partita ampiamente da dimenticare: doppio giallo e voto pessimo.

Davide Biraschi (Genoa): Stavolta invece degli assist fioccano i cartellini. Un bel rosso e un bel -1.