Onefootball
Francesco Porzio

Fernando Torres dice addio all’Atleti: il Niño è diventato leggenda


El Niño saluta la casa dove è diventato grande, e questa volta lo fa davvero. Fernando Torres questa sera giocherà la sua ultima partita con la maglia dell’Atletico Madrid. 

Diciotto anni dopo, Torres ha annunciato l’addio alla squadra in cui è cresciuto calcisticamente prima di approdare in Inghilterra, dove ha giocato con le maglie di Liverpool e Chelsea. Prima di tornare a “casa”, una breve (e infelice) parentesi al Milan. Oggi, dopo le ultime tre stagioni passate a Madrid, la fine di un’epoca.

L’ESORDIO

Torres inizia a giocare per le giovanili dell’Atletico Madrid all’età di undici anni. Un bambino, un niño, nomignolo che si porterà per tutta la vita. L’esordio arriva il 27 maggio 2001, allo stadio Vicente Calderon, dove l’Atleti affronta il Leganes. Fernando Torres a 17 anni diventa così il giocatore più giovane a vestire la maglia dei Colchoneros. La settimana dopo arriva anche la prima rete in carriera contro l’Albacete.

L’ADDIO E IL RITORNO

Dopo anni in cui Torres è stato il faro dell’attacco dell’Atleti, senza però mai riuscire ad alzare un trofeo, lo spagnolo viene comprato dal Liverpool nel 2007 per 26.5 milioni di sterline, una cifra record per quegli anni. L’esperienza nei Reds è favolosa, e Torres diventa presto idolo della tifoseria.

Celebre il suo gol (con il commento di Marianella) segnato all’Arsenal in Champions League durante la sua prima stagione in Inghilterra.

IL MOMENTO INDIMENTICABILE

Come detto Torres non aveva mai vinto con la maglia dell’Atletico, fino a mercoledì scorso. Quando i Colchoneros hanno battuto in finale il Marsiglia di Rudi Garcia e hanno alzato al cielo l’Europa League. Così Torres, durante la festa di Madrid, ha preso in mano il microfono e ha parlato alla folla presente. Le lacrime non potevano non uscire…

IL GOL PIÙ BELLO

L’ADDIO

Così stasera, contro l’Eibar, l’ultimo atto del Niño con la maglia dell’Atleti, del suo Atleti.

Per l’occasione la squadra indosserà una maglia celebrativa: “Fernando Torres, da Niño a leggenda”.

Statene certi, le emozioni non mancheranno.

Hoy se termina. Os espero a todos. #forzaatleti

A post shared by ғᴇʀɴᴀɴᴅᴏ ᴛᴏʀʀᴇs (@fernandotorres) on