Onefootball
Giacomo Galardini

Higuain, De Sciglio, Caldara, Bonucci: chi ci ha guadagnato? 💰


L’asse Milano-Torino – per quanto riguarda i trasferimenti – è stato molto trafficato negli ultimi 1o anni di Serie A. Sono infatti ben 5 i giocatori che da Milano sono diventati bianconeri, e altrettanti che hanno fatto il percorso inverso (senza contare Bonucci, che è un esperto di entrambi i campi).

Onefootball – grazie ai dati di Transfermarkt – è andata a incrociare i valori economici di queste prestazioni e i rendimenti stagionali dei giocatori che sono transitati in rosso – e bianconero, per vedere chi ha fatto il miglior colpo.

Partiamo da un presupposto: la Juventus ha venduto al Milan dal 2009/2010 al 2019/2020 un totale di 98,20 milioni di euro a fronte dei 51,50 incassati dal Milan dai bianconeri nello stesso periodo: la Juventus ha guadagnato così 46,70 milioni di differenza.

Chi ci ha guadagnato e chi ci ha perso?


GONZALO HIGUAIN

Partiamo ovviamente da Gonzalo Higuain: l’attaccante argentino – nella scorsa, ultima stagione di Allegri sulla panchina bianconera – fu mandato in prestito prima al Milan e poi al Chelsea.

FBL-EUR-C3-AC-MILAN-BETIS-1573219119.jpg

Il Pipita costò al Milan circa 10,5 milioni di euro di prestito oneroso, più l’ingaggio per metà stagione (cioé fino a gennaio, quando andò al Chelsea di Sarri) di circa 5 milioni di euro netti (cioè 9,5 lordi). Visti gli 8 gol e 3 assist in 22 presenze a Milano, e il modo con cui fu mandato a Londra a gennaio, ci sembra lecito dire che il Milan ci abbia rimesso (visto anche il suo attuale rendimento alla corte di Sarri).

MATTIA DE SCIGLIO

Nel luglio 2017 (un po’ a sorpresa) la Juventus preleva dal Milan Mattia De Sciglio per circa 12 milioni di euro. In molto si stupiscono dell’operazione, visto che De Sciglio, eterna promessa delle giovanili del Milan, non aveva reso secondo le aspettative.

Inoltre stupì molto la cifra, considerata troppo alta, e il fatto che il terzino ‘tradisse’ i rossoneri con gli eterni rivali. Ma nelle ultime stagioni alla Juventus – a parte qualche errore sporadico – saprà trovare quella continuità di rendimento che gli era mancata a Milano.

LEONARDO BONUCCI

Nell’estate del 2017 arrivò a Milano quello che forse è stato il più sorprendente colpo di mercato della Serie A dopo Cristiano Ronaldo.

Il Milan di Fassone e Mirabelli si aggiudica Bonucci per 42 milioni di euro (e 7,5 di ingaggio), offrendogli la fascia da capitano – e garantendo una plusvalenza di 40 milioni di euro per le casse dei torinesi.

Ma il numero 19 a Milano fa flop, complice una stagione poco brillante di quel Milan di Montella prima e Gattuso poi: in estate si impunta e torna a Torino per 35 milioni, riducendosi l’ingaggio di due milioni ma tornando a giocare ai suoi vecchi standard con Sarri.

MATTIA CALDARA

Ed eccolo qua, l’oggetto misterioso della difesa rossonera. L’ex difensore dell’Atalanta era stato inserito proprio nello scambio con Bonucci, venendo valutato 35 milioni di euro (gli stessi dell’ex capitano) facendo fare alle casse della Juventus una bella plusvalenza di 29 milioni.

FBL-AC-MILAN-HIGUAIN-CALDARA-1573219159.jpg

Inutile dire che finora il destino ha fatto felice i bianconeri, visto che Caldara è stato sfortunatissimo: i suoi infortuni sono stati pressoché continui.

Problemi alla schiena, problemi muscolari, la rottura del legamento crociato anteriore e la successiva lacerazione del tendine d’Achille. Recentemente sta provando a forzare le tappe per provare a rendersi utile alla causa rossonera.