Onefootball
Andrea Agostinelli

Inter: meglio Alexis o Lautaro per giocare in coppia con Lukaku?


Il fatto che l’Inter non sia riuscita ad acquistare Edin Dzeko lascia Antonio Conte con una sola prima punta di peso.

Un vuoto di organico che la dirigenza nerazzurra ha deciso di riempire con il prestito di Alexis Sanchez, un giocatore in grado di svolgere compiti sia da prima che da seconda punta.

Il cileno ha però caratteristiche diverse da quelle di Romelu Lukaku, e più in generale da quelle che Conte richiede al suo centravanti. Per questo motivo è più semplice ipotizzare un suo utilizzo come seconda punta, ruolo che lo mette in competizione con Lautaro Martinez.

Una competizione che al momento pende in favore dell’argentino, più abile del cileno nel cucire il gioco con i centrocampisti.

Le caratteristiche di Lautaro, infatti, ben si sposano con quelle di Lukaku. L’ex centravanti del Manchester United va in difficoltà quando deve pulire lunghi lanci dalla difesa e servire un compagno.

Al contrario Lautaro ha un istinto naturale per muoversi incontro al portatore di palla e accelerare la manovra con tocchi di prima.

Caratteristiche che a onor del vero fanno parte anche del bagaglio tecnico di Sanchez il quale però non può mettere sul piatto in maniera costante lo stesso atletismo che Lautaro è in grado di garantire sul lungo periodo.

I tanti impegnati ravvicinati obbligheranno Conte a schierare la coppia Lukaku-Sanchez, o persino Sanchez-Lautaro, ma quando la posta in palio sarà alta e il tecnico dovrà affidarsi alla formazione ideale, il duo di attacco sarà sempre Lukaku-Lautaro.