🎥 L’arbitro concede due minuti di recupero: l’allenatore impazzisce

Onefootball Francesco Porzio

La reazione di Nestor "El Maestro" è stata davvero inaspettata.


Da una persona che a 18 anni cambia il cognome da Jevtic a “El Maestro” ci si può aspettare di tutto.

Anche impazzire. Come successo a Nestor El Maestro, allenatore del CSKA Sofia.

Quando l’arbitro concede solamente due minuti di recupero, l’allenatore serbo non riesce a trattenersi e “prega” nel vero senso della parola il quarto uomo di cambiare la decisione.

Dopo la partita (terminata 1-1 contro il Ludogorets) El Maestro ha chiesto scusa per il suo comportamento.