Roma, l’agente di Coric tuona: “Vogliamo lasciare l’Italia”

Onefootball Andrea Agostinelli

Il padre-agente di Ante Coric tuona contro la Roma ai microfoni di 'Index HR': "Non volevamo andare in Francia o in Italia, ma ho dovuto".


Per un giovane che a Roma è esploso è esploso, come Nicolò Zaniolo, ce n’è un altro che proprio non riesce a trovare spazio nonostante le grandi aspettative e premesse: Ante Coric.

Il talento croato ha fino a qui disputato solo due spezzoni di partita a Roma, scivolando molto in basso nelle gerarchie di Eusebio Di Francesco, nonostante i tanti infortuni che i giallorossi hanno affrontato a centrocampo. Una situazione, questa, che non lascia per nulla soddisfatto Miljenko Coric, padre e agente di Ante. Lo dimostra ai microfoni di ‘Index HR’.

“Mi ha chiamato mio figlio e mi ha detto che vuole lasciare la Roma. Ci sono delle offerte da alcune squadre italiane, ma la società non lo vuole fare partire. Questa situazione a noi non va più bene”.

Il padre di Coric si riferisce a dei sondaggi da parte di Sassuolo, Cagliri e Parma. Al momento le trattative non sono veramente partite. Miljenko Coric infine parla anche del trasferimento estivo che ha portato il ragazzo a Roma.

“Volevamo lasciare a tutti i costi la Dinamo Zagabria, perché si erano comportati in modo sbagliato e il rapporto con l’allenatore Zdravko Mamic era insostenibile. Volevamo andare ovunque tranne che in Francia o in Italia, ma sono stato costretto ad accettare la Roma perché l’offerta era buona e dovevamo andarcene”.

(Testo: Goal.com)