Spalletti: “Parma e Tottenham, siamo pronti”. Lautaro non convocato

Onefootball Francesco Porzio

Le parole di Luciano Spalletti in conferenza stampa alla vigilia di Inter-Parma. 

IL VAR IN CHAMPIONS?

“Sul Var mi sono espresso più volte, sono d’accordo al 100%. Lo vedo bene anche in Europa, è chiaro che dovrà essere fatto un tragitto per essere preparati. C’è bisogno della personalità di chi ha vissuto gli episodi, sono favorevole all’uso di ex arbitri come Var”

TURNOVER

“Quello a cui si va incontro è una tappa di un percorso durato un anno. Abbiamo lottato e sofferto per arrivare alla Champions. Abbiamo un numero di giocatori che ci permette di fare rotazioni per stare bene sempre. Importante tenere presente chi sta bene e chi è in forma. Chiaro che delle valutazioni verranno fatte, si ragionerà sulla doppia partita tenendo presente che il risultato di quella precedente ti condizione l’entusiasmo di quella successiva”

GERVINHO E IL PARMA

“Parma è una città con entusiasmo, ha vissuto momenti gloriosi in passato. Ha allestito una squadra non con tanti giocatori che hanno fatto questa categoria, ma sono stati presi giocatori importanti come Bruno Alves e Inglese, che vanno a colmare questa penalità. Bruno Alves l’ho avuto allo Zenit, è un giocatore eccezionale”.

TOTTI E IL LIBRO

“Non mi ha invitato alla presentazione del libro? Mi dispiace, gli farò una sorpresa (ride ndr.). Lo leggerò sicuramente, come faccio per tutti i miei giocatori e i grandi campioni come lui”.

NAINGGOLAN

“E’ un calciatore forte, da Inter, come na abbiamo tanti, tutti nell’Inter sono forti altrimenti non potrebbero giocare con questi colori addosso. A voi colpisce quello che fa gol ma sono anche altri i numeri, la consistenza che lui può mettere in una gara, i numeri che escono al termine della gara e lui ha ancora da migliorare. Rimane comunque uno che può fare la differenza”

LAUTARO E LA LISTA CHAMPIONS

“E’ in via di guarigione ma valutato di volta in volta. Non siamo in grado ancora di dire per quando potrà essere disponibile, ma nel breve periodo la vedo dura. Sono problemi muscolari che se non guariscono bene si rischia la ricaduta che poi diventerà complessa. Posizione in campo? Non possono giocare tutti e 22 i ragazzi in campo, bisogna fare dei ragionamenti, così come le abbiamo fatte sulla lista per la Champions. Gente ci ha giocato sopra per dei giorni, si parlava di bocciatura per Gagliardini, io però ribadisco che faccio le formazioni scegliendo non bocciando.

“Gaglirdini è la conseguenza di scelte fatte, la lista era composta di 19 giocatori di 22 e di quei 22 sono 6 i giocatori che potevamo prendere. Tre calciatori scelti tra Dalbert, Vecino, Gagliardini, Joao Mario, Skriniar e Nainggolan. Dovevo sceglierne tre. Gagliardini è un grande calciatore e non lo boccio, anzi giocherò domani”

GLI INFORTUNI

“Non sono stati molti gli infortuni è stato più che altro il mondiale ravvicinato che magari ha portato qualche problemino. Problemi gestiti che mi hanno concesso di metter dentro sempre la formazione titolare dentro il campo. Abbiamo lasciato dei punti per strada, cosa che non ci possiamo permettere nelle prossime partite e abbiamo una rosa che ci fa stare tranquilli se non si complicano questi discorsi. Mi dispiace aver lasciato punti per strada”

Sono 22 i convocati per la partita di domani pomeriggio contro il Parma. Assente soltanto Lautaro Martinez, ancora convalescente dall’ematoma che gli ha fatto saltare anche le due partite con l’Argentina. Presente invece Vrsaljko.

Ecco l’elenco completo: